500 sronzi sulla linea di partenza
Parole: Renaud Séchan
Musica: Renaud Detressan

Cinquecento stronzi alla linea di partenza
Cinquecento minchion sulla moto
Sono un mucchio di idioti
Alle porte del deserto
Un pacco di imbecilli
Al vento del Teneré

Il rally meccanico
Dei Mad Max di bazar
Ha ricominciato il suo circo
Al sole di gennaio

Attraverseranno l'Africa
Coi piedi sui fari
Insozzeranno le piste
E torneranno abbronzati

Rapiti da questo osceno
E pietoso gioco
Una bella avventura umana
Secondo i gazzettieri

Cinquecento stronzi alla linea di partenza
Cinquecento coglioni sui loro camion
Sono un mucchio di idioti
Alle porte del deserto
Un pacco di imbecilli
Al vento del Teneré

Passa la carovana
E non abbaiano più i cani
Sotto le ruote delle moto
C'è del sangue sparso

Quello di quei selvaggi
Che hanno voluto attraversare
Le strade dei loro villaggi
Quando siete passati

Come piccoli Rommel
Tutti di cuoio e acciaio
Sputando i vostri decibel
Ai bambini decimati

Cinquecento stronzi alla linea di partenza
Cinquecento burattini nelle loro macchine
Sono un mucchio di idioti
Alle porte del deserto
Un pacco di imbecilli
Al vento del Teneré

Quanti anni ancora
Questi cretini variopinti
Faranno il loro campo di gioco
Di un intero continente

Quanti anni poi
Queste bestie sponsorizzate
Prenderanno il suolo africano
Per un cortile di ricreazione

Nelle loro tenzoni odiose
I bonbon al calduccio
Dentro le deliziose
Tute fluo

Cinquecento stronzi alla linea di partenza
Cinquecento minchion sulla moto
Sono un mucchio di idioti
Alle porte del deserto
Un pacco di imbecilli
Al vento del Teneré